BS Giugno
2024

STORIA DI DON BOSCO PER I PIÙ PICCOLI

Disegni di Nino Musio

Un RAGAZZO
e il suo SOGNO

Sui colli astigiani, un ragazzino di 9 anni, ogni pomeriggio, guida due mucche ver-so la valle. Per merenda ha una bella pagnotta di pane bianco.

Lo aspetta un pastorello come lui. Solo che è più povero. Per la merenda ha solo una fetta di pane nero. Ogni giorno il primo ragazzo dice: «Vuoi che ci scambiamo il pane?».

Quel ragazzo si chiama Giovanni Bosco. La mamma si chiama Margherita. Il papà è morto quando Giovanni aveva due anni.

Giovanni ha due fratelli, Antonio e Giuseppe. Hanno una voglia matta di giocare e di far chiasso.

Giovanni impara a zappare, a falciare l’erba, a maneggiare la roncola, a mungere le mucche. Un vero contadino. I viaggi si fanno a piedi. Alla sera si va a dormire sul pagliericcio gonfio di foglie di granturco.

Mamma Margherita accoglie sempre i poveri che bussano, spiega: «Dio è dappertutto, ma specialmente nei poveri».

A 9 anni, Giovanni ha un sogno che segnerà la sua vita. Vede una moltitudine di animali feroci. Una donna misteriosa gli dice: «Ciò che succede a questi animali, tu lo dovrai fare per i miei figli».

Giovanni vede gli animali feroci cambiarsi in agnelli mansueti e poi in una folla felice di ragazzi che saltano, corrono, fanno festa. La donna gli dice: «Un giorno tutto comprenderai».

Alle feste, Giovanni è in prima fila. Studia con attenzione i trucchi dei prestigiatori, i segreti degli equilibristi.

Poi li ripete per i suoi piccoli amici. Dopo gli applausi, come da un piccolo pulpito, Giovanni ripete la predica sentita alla messa del mattino.

Ma i contrasti con il fratellastro Antonio continuano. Mamma Margherita gli dice tristemente: «È meglio che tu vada via di casa per un po’». Una gelida mattina, Giovanni parte da casa e va a cercarsi un posto da garzone.

Vuole studiare, ma per tre anni lavora come ragazzo di stalla alla cascina Moglia. Si dimostra volenteroso e ubbidiente. Tutti gli vogliono bene.

Gli animali brucano l’erba intorno, riapre ostinato i suoi libri. Il padrone scuote la testa: «Perché leggi tanto?» «Voglio diventare prete!»

Va a frequentare le prime scuole a Castelnuovo e poi a Chieri. Fa tanta strada a piedi.

Durante le lunghe vacanze scolastiche, Giovanni è sempre circondato da ragazzi. «Tra giochi e racconti, insegnavo il catechismo e le preghiere cristiane» racconta.

A 20 anni, Giovanni Bosco prende la risoluzione più importante della sua vita: entra nel Seminario.

Il 5 giugno 1841, l’arcivescovo di Torino pone le mani sul capo di Giovanni Bosco e lo consacra sacerdote. Ha 26 anni, ed è diventato «Don Bosco». La prima parte del suo «grande sogno» è realizzata.

Continua…

doc01520720240502133624_001
I fioretti di Don Bosco

Il grande maestro DOGLIANI

04_IMG_0284
Il messaggio del Rettor Maggiore

Quando un educatore TOCCA IL CUORE dei suoi figli

07_Narges Amir Mariachiara
Don Bosco nel Mondo

A BRACCIA aperte

Padua,,Italy,-,September,8,,2014:,The,Heart,Of,Jesus
Tempo dello Spirito

La DOMANDA

16_MariapolisIMG_2712
invitato

UCRAINA Irrigata da sangue e lacrime

18_ZG - Mia foto
I nostri autori

Don Giorgio Zevini IL MIO AMICO GESÙ

riproduzione 70mm
Storia di Don Bosco per i più piccoli

Un RAGAZZO e il suo SOGNO

26_photo_2021-12-28_16-56-22
FMA

ODESSA Ama chi resta

28_434771047_941031941359648_207105150422745762_n
I Fondatori

Don Carlo DELLA TORRE

31_TopBianco
Arte salesiana

Il SOGNO di marmo

32_1-1932 dFranch inaug banda
Memorie

Novant’anni di musica a SAN DONÀ DI PIAVE

34_shutterstock_778558066
Come Don Bosco

I verbi dell'educazione 7 - DARE SICUREZZA

Group,Of,Teenage,Friends,Playing,Volleyball,On,Beach
La linea d’ombra

Tempo di leggerezza, ovvero l’arte di svuotare

39_Immagine67378
La storia sconosciuta di Don Bosco

Un “INSIGNE BENEFATTORE” da non dimenticare

Roma1004><S.HILA
I nostri santi

Il Santo del mese - Il Beato Giuseppe Kowalski

41_Immagine67760
Il loro ricordo è benedizione

Monsignor Alois Kothgasser

42_RELAX giugno 2024 Schema
Il crucipuzzle

Scoprendo Don Bosco

Screenshot
La buonanotte

Lo SPAVENTAPASSERI