BS Dicembre
2023

I FIORETTI DI DON BOSCO

B.F.

L’epidemia di Lanzo

In una soleggiata giornata di primavera del 1869, don Bosco si recò a Lanzo con i cantori e la banda dell’Oratorio per celebrare in quel collegio la festa di san Filippo Neri, titolare dell’Istituto, e render più solenne la festa del Corpus Domini in paese. Il collegio, costruito a partire dal 1864, era imponente ed era la prima struttura salesiana fuori Torino. Don Bosco ne era particolarmente orgoglioso. La scuola godeva di grande stima.

Don Bosco andava spesso a visitarlo. Ma quel mattino di maggio, lo attendeva una brutta notizia. In una camera isolata dell’infermeria, erano stati ricoverati sette allievi contagiati dal terribile vaiolo.

Appena seppero che era arrivato don Bosco, i sette, pieni di fiducia nella benedizione di don Bosco, pregarono il Direttore d’invitarlo a benedirli non appena giunto: «Così, dicevano, guariremo subito e potremo andare a far festa con i compagni!».

A quella notizia, don Bosco esclamò: «Già! festa e vaiolo non stanno insieme. Andate a preparare i loro abiti in fondo al letto, che salirò a benedirli».

Alla vista di don Bosco, i malati gridarono: «Don Bosco, don Bosco, possiamo alzarci? Ci dia la sua benedizione!»

«Avete fede nella Madonna?»

«Sì!»

«Recitiamo tutti insieme un’Ave Maria!» e li benedisse.

I giovani, seduti sul letto, ricevettero devotamente la benedizione, quindi, tendendo con slancio ambo le mani verso i vestiti, insistettero: «Possiamo alzarci?»

«Ma avete proprio fede nella Madonna?» «Sì… sì…» «Ebbene; alzatevi!» disse il Santo.

In fretta e furia, incominciarono a vestirsi. E poi si precipitarono in cortile.

Tutti e sette, meno uno, un certo Baravalle, che, dubitando di essere guarito veramente, per precauzione rimase a letto.

Poco dopo il direttore li cercò di nuovo e li trovò impegnati in una calorosa partita di gioco tra i compagni. Le “bolle” erano scomparse, ma essendo una giornata molto umida, i superiori, a dire il vero, erano in qualche apprensione.

L’unica quasi-vittima di quel giorno di maggio 1869 fu il povero e coscienzioso medico della scuola, che per poco non ebbe un infarto quando vide i malati di vaiolo “infettare” l’intera scuola con una malattia spesso mortale. Pur essendo comprensibilmente furioso, in realtà nessuno contrasse la malattia.

Il dì seguente si compì la distribuzione di premi speciali di buona condotta a sei alunni, giudicati i migliori, per votazione degli stessi compagni. Era presente anche il medico, dott. Magnetti.

Primo a essere nominato fu il giovane De Magistris. «Infermo!» esclamò il dottore.

«Presente!» esclamò più forte l’alunno. Era uno degli ammalati. Il secondo a essere proclamato fu Passerini. «Infermo!» ripeté il dottore; e il giovane ripeté più forte: «Presente!». Era un altro degli ammalati.

Il buon medico s’inquietò; si mise a gridare all’imprudenza, disse che le “bolle” erano scomparse, ma che quell’atto sarebbe stato fatale; e si affrettò a recarsi nell’infermeria ove non trovò che il Baravalle, il quale, grazie alle sue cure, poté lasciare il letto dopo venti giorni; mentre gli altri, che avevano avuto fede in Maria Ausiliatrice e in don Bosco, erano guariti all’istante. 

aaaaa
I fioretti di Don Bosco

L’epidemia di Lanzo

4_Immagine1491371
Il messaggio del Rettor Maggiore

La cesta di Mamma Margherita

6_82
Il nostro Nobel

Don Antonio Polo. Nobel dei missionari 2023

11_Shutterstock_1213145671
Tempo dello Spirito

Oro, incenso e mirra anche per noi

Padre Gildásio Mendes
invitato

Don Gildasio Mendes

18_8. Bambini a Boomayapuram
Don Bosco nel Mondo

In missione con APIS

20_image0
Le case di Don Bosco

160 anni fa don Bosco a Oropa

24_Derosi
Salesiani

«Essere Salesiani qui è una sfida»

29_Immagine1485769
Avvenimenti

A Nazareth primo centenario della consacrazione della Basilica di Gesù Adolescente

FMA
FMA

Istituto Paolo VI Centro internazionale di studi e di documentazione

34_Shutterstock_692862658
Come Don Bosco

I verbi dell'educazione 1 - Aspettare

Tired,Job,Candidates,Waiting,For,Interview,Far,Too,Long.,Unemployed
La linea d’ombra

Il riposo del viandante

38_50f69bbeaf4c316098eabbd8a56bef4e_XL
La storia sconosciuta di Don Bosco

La scomparsa di alcuni protagonisti

40_Dom Lustosa - Arcebispo de Belém do Pará
I nostri santi

Il Santo del mese - Il Venerabile Antônio De Almeida Lustosa

41_Immagine1488490
Il loro ricordo è benedizione

Don Paolo Carlotti

42_RELAX dicembre 2023 Schema
Il crucipuzzle

Scoprendo Don Bosco

43_Posta
La buonanotte

Posta per Marta