BS Settembre
2023

** Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulatore@sdb.org. ** Per la pubblicazione non si tiene conto delle lettere non firmate e senza recapito. Su richiesta si potrà omettere l'indicazione del nome.

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale

Il Santo del mese - Il Venerabile Augusto Hlond

In questo mese di settembre preghiamo per la beatificazione del Venerabile Augusto Hlond, cardinale salesiano di cui ricorre il 75° della morte.

Augusto Hlond nacque a Brzeckowice (Polonia) il 5 luglio 1881. A 12 anni, attratto dalla fama di don Bosco, seguì in Italia il fratello maggiore Ignazio per consacrarsi al Signore tra i Salesiani, e vi attirò presto altri due fratelli. Ammesso al noviziato, ricevette l’abito talare dal beato Michele Rua (1896). Fatti gli studi a Roma all’Università Gregoriana, tornò per il tirocinio in Polonia ad Oswiecim. Fu ordinato sacerdote il 23 settembre 1905. Nel 1907 fu direttore della nuova casa di Przemysl (1907-09), e poi di Vienna (1909-19). Nel 1919 divisa l’Ispettoria Austro-Ungarica, fu nominato Ispettore (1919-22). In due anni, il giovane ispettore promosse la fondazione di una decina di nuove presenze. Dopo esser stato Amministratore Apostolico fu consacrato vescovo di Katowice il 3 gennaio 1926. Il 24 maggio dello stesso anno diventava Primate di Polonia. L’anno seguente, il 20 maggio, il S. Padre lo creava Cardinale. Ebbe dalla S. Sede anche la cura dei Polacchi della diaspora, dispersi nelle varie parti del mondo. Per questo egli fondò una Congregazione, la Società di Cristo per gli emigrati della Polonia. Con la Seconda guerra mondiale cominciò il suo calvario che lo costrinse all’esilio fino alla fine della guerra. Sostò dapprima a Roma, dove iniziò una coraggiosa difesa della sua Patria, che intensificò in Francia, quando riparò a Lourdes. Raggiunto dalla polizia nazista fu deportato a Parigi affinché formasse un governo polacco ligio ai nazisti. Il Cardinale si rifiutò decisamente. Allora i nazisti lo internarono dapprima in Lorena, poi in Westfalia. Liberato dalle truppe alleate, tornò in Polonia, ove venne nominato Arcivescovo di Varsavia. Qui, come prima aveva difeso il suo popolo dagli orrori del nazismo, così ora con vigorose pastorali continuò a difenderlo dall’ateismo comunista. La divina Provvidenza lo scampò da più di un attentato, riservandogli il transito dei grandi patriarchi. Morì il 22 ottobre 1948. I funerali furono un’apoteosi. Per la prima volta nella storia della Polonia, la tumulazione venne fatta nella stessa cattedrale. Papa Francesco l’ha dichiarato Venerabile il 18 maggio 2018.

Preghiera

Signore Gesù, ti sei spogliato di tutto
perché tutti gli uomini siano raggiunti
dall’amore salvifico di Dio.
Ti preghiamo di lasciarci ispirare
dall’amore apostolico del Servo di Dio Augusto Hlond,
affinché sappiamo impegnare tutte le nostre forze
per compiere ogni giorno la tua volontà
e per far sentire a tutti gli uomini la bellezza e la profondità
della tua presenza amorosa nel mondo intero.
Rendici docili alle ispirazioni interiori
e idonei a tradurle in atti di carità pastorale.
Donaci il coraggio di spogliarci di tutto ciò
che ostacola lo splendere del tuo volto nella nostra vita.
Donaci la grazia di comunicare a coloro che incontriamo
che tu sei l’eterna giovinezza e l’unica vita autentica
che sorregge e anima tutto per sempre.
Fa’ che il tuo servo Augusto, se tale è la tua volontà,
sia elevato alla gloria degli altari.
e concedici, per sua intercessione,
la grazia che ti chiediamo…
Amen.

Ringraziano

Siamo Alessia e Aurelio Empereur, genitori del piccolo André, nato ad Aosta il 3 dicembre 2022. Siamo una famiglia cresciuta nei valori cristiani e unita dalla Fede. Scriviamo in merito alla Grazia che abbiamo ricevuto da san Domenico Savio e don Bosco la sera di martedì 3 gennaio 2023. Il nostro piccolo è stato ricoverato d’urgenza nel reparto di rianimazione dell’ospedale Regina Margherita di Torino il mattino del 3 gennaio 2023 a causa di una grave forma di bronchiolite. Nel pomeriggio del 3 gennaio le condizioni del piccolo André si sono aggravate di ora in ora e in noi cresceva la paura di ricevere una brutta notizia da parte dei medici. Presi dallo sconforto e dal panico, abbiamo deciso di recarci a Valdocco, accompagnati da un salesiano amico di famiglia che sette anni fa ci ha sposato. Dopo aver recitato il Santo Rosario, abbiamo pregato davanti alle due urne dei Santi, chiedendo la Grazia per la guarigione del piccolo André. Tornati in ospedale i medici ci hanno comunicato che le condizioni erano ulteriormente peggiorate e che avrebbero dovuto eseguire in urgenza un delicato intervento salvavita mediante assistenza extracorporea poiché i suoi polmoni non reagivano e l’insufficienza respiratoria era importante. Abbiamo trascorso le successive interminabili ore in sala d’attesa, nelle quali abbiamo pregato, supplicato e implorato don Bosco, Domenico Savio e Maria Ausiliatrice. I dottori dopo due lunghissime ore ci hanno richiamato in reparto comunicandoci che il trend si era improvvisamente invertito, il nostro piccolo stava iniziando a rispondere agli stimoli e pertanto l’intervento salvavita era stato sospeso. Per una motivazione ancora non totalmente chiara al dottore rianimatore, André stava reagendo. Dal Cielo i nostri Santi che tanto avevamo pregato ci avevano ascoltati! Con l’abitino di san Domenico Savio nella culla dell’ospedale, le grandi cure dei medici, le tantissime preghiere della comunità, la sua grande forza e l’amore che gli abbiamo trasmesso, André ce l’ha fatta! Il 21 gennaio siamo usciti dall’ospedale per tornare a casa! Adesso il piccolo sta bene! Ogni giorno la nostra famiglia, composta da altri due fratellini, prega e ringrazia don Bosco, san Domenico Savio e Maria Ausiliatrice. Non smetteremo mai di ringraziare.

DB LADRO
I fioretti di Don Bosco

Al ladro! Al ladro!

5_033
Il messaggio del Rettor Maggiore

Figli di famiglia

6_The author in a mountain hiking with students 2jpg
Don Bosco nel Mondo

Don Bosco nelle Filippine

Girl,Hold,Out,A,Flower
Tempo dello Spirito

La parola di sei lettere che fa miracoli

12_image_6483441 (7)
invitato

«Faccio don Bosco in Papua Nuova Guinea»

17_2005_1104saluzzo-4-11-050033
Le case di Don Bosco

Come la Fenice. Saluzzo

22_Asilo a Pilual
Diario missionario

Vita quotidiana a Lare, Etiopia

24_10944_Don-Alessandro-Stefenelli
Salesiani

Il Salesiano che ha dato il nome ad una città: Don Alessandro Stefenelli

28_Immagine1465380
La nostra Storia

La fontana, il pozzo e la cucina

32_IMG-20220313-WA0013
FMA

Aria di famiglia

Stampa
Come Don Bosco

Pedagogia controcorrente 8 - Il rilancio delle relazioni

First Crocus
La linea d’ombra

Esserci per un nuovo inizio

39_Immagine1467806
La storia sconosciuta di Don Bosco

Don Bosco nel giudizio di padre Edgardo Mortara

40_Hlond_17
I nostri santi

Il Santo del mese - Il Venerabile Augusto Hlond

41_Tafunga
Il loro ricordo è benedizione

Monsignor Jean-Pierre Tafunga

42_Relax settembre 2023 Schema
Il crucipuzzle

Scoprendo Don Bosco

43_Grotta azzurra copia
La buonanotte

La grotta azzurra