BS Dicembre
2023

** Coloro che ricevessero grazie o favori per intercessione dei nostri beati, venerabili e servi di Dio, sono pregati di segnalarlo a postulatore@sdb.org. ** Per la pubblicazione non si tiene conto delle lettere non firmate e senza recapito. Su richiesta si potrà omettere l'indicazione del nome.

I NOSTRI SANTI

A CURA DI PIERLUIGI CAMERONI, postulatore generale

Il Santo del mese - Il Venerabile Antônio De Almeida Lustosa

In questo mese di dicembre preghiamo per la beatificazione del Venerabile Antônio De Almeida Lustosa, vescovo salesiano, dichiarato Venerabile da papa Francesco il 22 giugno 2023.

Antônio de Almeida Lustosa nasce nella città di São João del Rei, nello Stato del Minas Gerais, in Brasile, l’11 febbraio 1886, nell’anniversario della prima apparizione dell’Immacolata a Lourdes, circostanza questa che lo segna profondamente, offrendogli una filiale devozione alla Madonna, tanto da essere definito, ormai sacerdote, come il poeta della Vergine Maria.
Dai suoi genitori riceve una buona formazione cristiana e umana. A 16 anni entra nell’istituto salesiano di Cachoeira do Campo, Minas Gerais, e tre anni dopo è a Lorena come novizio e assistente dei suoi compagni. Dopo la prima professione religiosa, avvenuta nel 1906, diventa anche insegnante di filosofia, studiando nel frattempo teologia. La professione perpetua ha luogo tre anni dopo, mentre il 28 gennaio 1912 riceve l’ordinazione sacerdotale.
Dopo alcuni incarichi all’interno della sua Congregazione religiosa, nel 1916 è Direttore e Maestro dei Novizi a Lavrinhas, nel Colégio São Manoel. Dopo il compito di Direttore svolto a Bagé nel ginnasio Maria Ausiliatrice e l’incarico di Vicario della parrocchia annessa, l’11 febbraio 1925 viene consacrato Vescovo di Uberaba, giorno da lui scelto per ricordare la presenza della Madonna nella sua vita. Nel 1928 viene trasferito a Corumbá, nello Stato del Mato Grosso, e nel 1931 viene promosso Arcivescovo di Belém do Pará, dove rimane 10 anni.
Il 5 novembre 1941 assume l’incarico di Arcivescovo di Fortaleza, capitale dello Stato del Ceará. Unitamente ad un numero elevato di iniziative e azioni di natura sociale e caritativa, egli erige più di 30 nuove parrocchie, 45 scuole per bisognosi, 14 centri sanitari alla periferia di Fortaleza, la Scuola di Servizi Sociali, gli ospedali “São José” e “Cura d’Ars”, per ricordare solo alcune delle più rilevanti opere attribuite al suo episcopato.
La sua azione pastorale si articola in particolare nel campo della catechesi, dell’istruzione, delle visite pastorali, nell’incremento delle vocazioni, nella valorizzazione dell’azione cattolica, nel miglioramento delle condizioni di vita dei più poveri, nella difesa dei diritti dei lavoratori, nel rinnovamento del clero, nell’istituzione di nuovi ordini religiosi nel Ceará, per non parlare poi della sua ricca e fruttuosa attività di poeta e scrittore. Fonda due Congregazioni religiose, quali l’Istituto dei Cooperatori del Clero e la Congregazione delle Josefinas.
Undici anni dopo le sue dimissioni dall’Arcidiocesi, in seguito alle quali si ritira nella casa salesiana a Carpina, e costretto sulla sedia a rotelle per una rovinosa caduta che gli causa la frattura del femore, egli muore il 14 agosto 1974, dimostrando, anche durante la malattia e la sofferenza, un esemplare atteggiamento di piena e incondizionata accettazione della volontà di Dio. La sua sepoltura diviene a tutti gli effetti una vera e propria consacrazione popolare di una vita, quale quella vissuta da monsignor Lustosa, interamente votata a Dio e al bene del prossimo.

Preghiera

Degnati, Signore,
di accogliere il cammino verso gli altari
del nostro fratello vescovo Antônio de Almeida Lustosa.
Egli seppe essere tuo servo fedele,
immolandosi nel servizio pastorale delle anime.
Ci ha lasciato mirabili esempi di virtù cristiane
praticate con zelo apostolico.
Concedici, Signore nostro Padre,
la grazia che per sua intercessione ti chiediamo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Ringraziano

Alcuni anni fa avevo richiesto l’abitino perché avevo letto che san Domenico Savio aiutava le mamme e spesso lo pregavo perché mi aiutasse come mamma già di due figli ormai grandi e adolescenti. Un giorno però leggendo il Bollettino, vengo a sapere che il 9 marzo, ricorre la nascita al cielo di san Domenico Savio. In quel giorno a lui dedicato, infatti, successe un evento drammatico ma miracoloso al tempo stesso perché un Angelo speciale come Domenico Savio ha contribuito a salvare dalla morte mio figlio. Il 9 marzo 2014 infatti, mio figlio di 20 anni ebbe un incidente gravissimo che lo portò vicinissimo alla morte, rimanendo in coma per circa una settimana, rianimazione per circa venti giorni, sei mesi di ospedale e tre anni di carrozzina e riabilitazione per emiparesi dovuta ad evento traumatico e rimanendo invalido a vita. La sua vita fu stravolta e cambiò per sempre e, con la sua, anche quella di tutta la nostra famiglia che, ancora combatte per andare avanti giorno dopo giorno. Abbiamo ed hanno pregato con noi in tanti e incessantemente e ancora chiediamo preghiere. Oggi, mio figlio, dopo tanta sofferenza, tanti sforzi, tanto dolore e tanta tenacia, è riu­scito a rimettersi in piedi anche se con strascichi permanenti, si è laurea­to alla magistrale e ha trovato un lavoro, tutto con la sua forza di volontà e senza raccomandazioni di nessuno. Io continuo a pregare perché san Domenico Savio e don Bosco Santo dei giovani non lo abbandonino mai ma gli siano sempre vicini e gli diano la forza, la fede, il coraggio per andare avanti seppure con tanto sacrificio e sofferenza e gli facciano incontrare angeli e persone buone che lo aiutino e lo sostengano nella vita e nelle prove.

(F.B. – Roma)

CRONACA DELLA POSTULAZIONE

Il 19 settembre 2023 è stato consegnato presso il Dicastero delle Cause dei Santi in Vaticano il volume della Positio super Vita, Virtutibus et Fama Sanctitatis del Servo di Dio Costantino Vendrame, Sacerdote Professo della Società di San Francesco di Sales.

aaaaa
I fioretti di Don Bosco

L’epidemia di Lanzo

4_Immagine1491371
Il messaggio del Rettor Maggiore

La cesta di Mamma Margherita

6_82
Il nostro Nobel

Don Antonio Polo. Nobel dei missionari 2023

11_Shutterstock_1213145671
Tempo dello Spirito

Oro, incenso e mirra anche per noi

Padre Gildásio Mendes
invitato

Don Gildasio Mendes

18_8. Bambini a Boomayapuram
Don Bosco nel Mondo

In missione con APIS

20_image0
Le case di Don Bosco

160 anni fa don Bosco a Oropa

24_Derosi
Salesiani

«Essere Salesiani qui è una sfida»

29_Immagine1485769
Avvenimenti

A Nazareth primo centenario della consacrazione della Basilica di Gesù Adolescente

FMA
FMA

Istituto Paolo VI Centro internazionale di studi e di documentazione

34_Shutterstock_692862658
Come Don Bosco

I verbi dell'educazione 1 - Aspettare

Tired,Job,Candidates,Waiting,For,Interview,Far,Too,Long.,Unemployed
La linea d’ombra

Il riposo del viandante

38_50f69bbeaf4c316098eabbd8a56bef4e_XL
La storia sconosciuta di Don Bosco

La scomparsa di alcuni protagonisti

40_Dom Lustosa - Arcebispo de Belém do Pará
I nostri santi

Il Santo del mese - Il Venerabile Antônio De Almeida Lustosa

41_Immagine1488490
Il loro ricordo è benedizione

Don Paolo Carlotti

42_RELAX dicembre 2023 Schema
Il crucipuzzle

Scoprendo Don Bosco

43_Posta
La buonanotte

Posta per Marta