BS Gennaio
2024

IL TEMPO DELLO SPIRITO

CARMEN LAVAL

Il metodo
RAMPA di LANCIO

Pronti via! Si ricomincia! Il “primo gennaio” può essere il gran giorno in cui possiamo iniziare a mettere in pratica qualcuno dei tanti propositi che sonnecchiano nel nostro deposito di “dovrei”. Grazie al metodo rampa di lancio, riusciremmo ad affrontare nuove sfide e a mantenerle.

Le nuove abitudini non devono essere forzate, ma volute. Anzi, devono essere guidate dal desiderio, in modo da non trovare scuse per non iniziare. Con il metodo della rampa di lancio è possibile facilitare la transizione dallo stile di vita attuale alla nuova abitudine. A tal fine, è necessario individuare l’abitudine sana che si desidera adottare.

L’autrice di un seguitissimo sito web, Gretchen Rubin, ha scritto un “Progetto felicità” e ha suddiviso nei dodici mesi i buoni propositi per tutto un anno. Ispirandoci a lei possiamo decidere le nostre “rampe di lancio” per ogni mese dell’anno.

Gennaio: buttare via, riordinare, sistemare.

«L’esame del nostro appartamento mi rivelò che il mio era un disordine da accumulo di varie specie differenti. C’era prima di tutto un accumulo nostalgico, fatto di reliquie della mia vita precedente a cui restavo aggrappata. Poi c’era un ipocrita accumulo conservativo, fatto di cose che avevo conservato perché di per sé erano utili, anche se a me personalmente non servivano affatto. Perché tenevo ventitré vasi di vetro da fiorista?» scrive la signora Rubin.

Febbraio: ricordarsi dell’amore familiare, dimostrarlo e smettere di brontolare.

Quello che si fa ogni giorno conta più di quel che si fa una volta ogni tanto. Ricordatevi sempre che tra persone che vivono insieme, marito e moglie, genitori e figli, ci vogliono sempre almeno cinque azioni positive per compensare un’azione negativa o distruttiva.

Marzo: coltivare l’empatia e riconoscere la realtà dei sentimenti degli altri.

L’empatia, ossia la capacità di capire e riconoscere ciò che gli altri provano, è il sentimento morale per eccellenza. Sii amorevole e l’amore busserà alla tua porta.

Aprile: sorridere ed essere uno scrigno di ricordi felici.

«Sorridetevi l’un l’altro, sorridete a vostra moglie, sorridete a vostro marito, sorridete ai figli, sorridetevi l’un l’altro (non importa chi sia) e questo vi aiuterà a crescere con più amore l’uno per l’altro» è un consiglio di santa Madre Teresa.

Tenete uno “scrigno” mentale con tutte le cose belle che la vita vi ha donato.

Maggio: fare dieci minuti di meditazione.

L’obiettivo della meditazione è acquietare la mente ballerina e aiutarla a smettere di saltare qua e là perché quando la mettiamo a riposo, abbiamo più possibilità di vedere chiaramente e di approfondire la conoscenza di ciò che stiamo osservando, qualunque cosa sia.

Giugno: trovare tempo per gli amici.

Abbiamo bisogno di amicizie durature, abbiamo bisogno di avere fiducia negli altri, abbiamo bisogno di sentirci legati agli altri. Gli studi dimostrano che se una persona ha cinque o più amici con cui poter parlare di argomenti importanti, è molto più probabile che si descriva come “molto felice”.

Luglio: mettere in ordine le finanze familiari.

Tra le maggiori preoccupazioni che affliggono la gente figurano l’ansia per la propria situazione finanziaria, i problemi di salute, l’insicurezza riguardo al lavoro e l’essere costretti a fare cose stancanti e noiose. Speso correttamente, il denaro può fare molto per risolvere questi problemi. Il problema denaro fuori controllo può essere distruttivo in una famiglia.

Agosto: ascoltare veramente.

Parlare significa condividere. Ascoltare significa amare. I bambini che vengono ascoltati da adulti saranno persone più positive e più fiduciose. In effetti, la base di tutte le relazioni solide (con i figli, con il partner, con gli amici, con i genitori o con i colleghi) è l’ascolto.

Settembre: curare l’alimentazione e l’esercizio fisico.

Compiliamo una lista di sette piccole sfide che alleggeriscano il nostro corpo fisico (per esempio, sottoporsi a un breve digiuno, camminare regolarmente, praticare uno sport, andare a dormire presto, preferire determinati alimenti ecc.) e attuiamola entro il mese.

Ottobre: coltivare la curiosità e arricchire la mente.

Iniziate ad ampliare la vostra mente, i benefici sono tanti e vari. Allenando la mente in maniera costante, accrescerete il vostro bagaglio culturale e la vostra capacità di imparare dalle difficoltà e di superarle. Frequentate insieme biblioteche, musei, cinema e le iniziative culturali.

Novembre: mettere le ali all’anima e ricordarsi di Dio.

Non dimenticate mai, ogni mattina, la bellissima preghiera che dice: Ti adoro mio Dio, e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa notte. Ti offro le azioni della giornata: fa che siano tutte secondo la tua santa volontà per la maggior tua gloria.

Preservami dal peccato e da ogni male. La tua grazia sia sempre con me e con tutti i miei cari. Amen.

Dicembre: amare la nostra casa e celebrare i riti familiari.

Cominceremo dal rito della soglia: tutti quelli che entrano e tutti quelli che escono devono essere abbracciati. Pregare e ringraziare prima dei pasti. Trovare un angolino di tempo per raccontare la propria giornata e dare a tutti la buonanotte. Partecipare insieme alla Messa. Celebrare le feste liturgiche, come il Natale e la Pasqua. Festeggiare con fantasia gli onomastici e i compleanni.        

trenooooooooo
I fioretti di Don Bosco

Il testamento di DON BOSCO

4_IMG-20231118-WA0398
Il messaggio del Rettor Maggiore

Un anno di SOGNI dall’ALTO

8_IMG_20230923_165753
Don Bosco nel Mondo

Il giovane parroco della selva sui SENTIERI di DON BOLLA

Calendar,Schedule,List,At,Desk,And,In,Mobile,Phone
Tempo dello Spirito

Il metodo RAMPA di LANCIO

Group,Of,Diverse,People,Using,Their,Phones
invitato

Don Gildasio Mendes

16_IMG-20230803-WA0004
Salesiani

Con gli occhi di DIO