BS Giugno
2022

I FIORETTI DI DON BOSCO

B.F.

Il bracciante di Alba


Un pover’uomo era venuto a piedi da Alba, viaggiando giorno e notte. Si confessò, fece la Comunione, poi si presentò a don Bosco per compiere una promessa. Gli raccontò che era caduto ammalato. I medici gli avevano detto che era finita, e allora aveva promesso di portare alla Madonna tutto il denaro che aveva se fosse guarito. Era guarito subito. Don Bosco guardava quell’uomo poverissimo nel vestito, che ora aveva tirato fuori di tasca un pezzo di carta e lo srotolava con attenzione. Tra la carta apparve il denaro: una lira. La porse a don Bosco con solennità dicendo:

– Ecco tutto ciò che possiedo, tutte le mie ricchezze.

– Che mestiere fate?

– Il bracciante. Vivo alla giornata.

– E come farete a tornare a casa?

– Farò come ho fatto per venire: a piedi.

– E non siete stanco?

– Un po’, perché il viaggio è abbastanza lungo.

– Siete ancora digiuno?

– Certamente, perché volevo fare la Comunione. Prima di mezzanotte, però, ho mangiato un pezzo di pane che portavo in tasca.

– E adesso, per colazione, che cosa avete?

– Niente.

– Facciamo dunque così. Oggi fermatevi con me. Vi darò da colazione e da cena. Domani, se così vi piace, ritornerete a casa vostra.

– Questa sarebbe bella! Vi porto una lira, e voi mi date da mangiare per due o tre lire!

– Sentite: voi avete fatto la vostra offerta alla Madonna. E ora don Bosco vi fa la sua offerta: un po’ di minestra e un bicchiere di vino.

– Le dico di no. Io so che don Bosco e la Madonna hanno la stessa borsa. Ecco, io riparto a piedi. Se avrò fame, chiederò l’elemosina. Se sarò stanco, mi siederò sotto un albero. Se avrò sonno, qualcuno mi lascerà dormire in un pagliaio. La mia promessa la voglio compiere sul serio. La saluto e preghi per me. E senz’altro ripartì.

LA STORIA

Questa storia è raccontata nelle Memorie Biografiche, vol. X, pp. 97-98. Tanti gesti eroici, piccoli e nascosti, hanno costruito la Basilica di Maria Ausiliatrice.

Il bracciante di Alba
I fioretti di Don Bosco

Il bracciante di Alba

«Il mio nome è Sean Cayd»
Il messaggio del Rettor Maggiore

«Il mio nome è Sean Cayd»

La fonte della vita è in pericolo
Don Bosco nel Mondo

La fonte della vita è in pericolo

La Pia Opera del Sacro Cuore di Gesù
Tempo dello Spirito

La Pia Opera del Sacro Cuore di Gesù

«Tutta colpa di un errore geografico»
invitato

«Tutta colpa di un errore geografico»

I Salesiani nel cuore d’Italia
Le case di Don Bosco

I Salesiani nel cuore d’Italia

Incontro con padre Camiel Swertvagher
In Prima Linea

Incontro con padre Camiel Swertvagher

Un archivio storico in movimento
FMA

Un archivio storico in movimento

Volontarie di don Bosco
La Famiglia Salesiana

Volontarie di don Bosco

La piccola mendicante di Dio Beata Eusebia Palomino Figlia di Maria Ausiliatrice
I nostri eroi

La piccola mendicante di Dio Beata Eusebia Palomino Figlia di Maria Ausiliatrice

LE MALATTIE DELL’EDUCAZIONE 6 – Senza parole
Come Don Bosco

LE MALATTIE DELL’EDUCAZIONE 6 - Senza parole

Ci vuole forza per sbocciare nel deserto!
La linea d’ombra

Ci vuole forza per sbocciare nel deserto!

L’oratorio festivo di Valdocco
La storia sconosciuta di Don Bosco

L’oratorio festivo di Valdocco

Il Santo del mese – Il beato Stefano Sándor
I nostri santi

Il Santo del mese - Il beato Stefano Sándor

Monsignor Jesus Tirso Blanco
Il loro ricordo è benedizione

Monsignor Jesus Tirso Blanco

SCOPRENDO DON BOSCO
Il Cruciverba

SCOPRENDO DON BOSCO

L’asino e la tigre in tv
La buonanotte

L’asino e la tigre in TV